La nostra storia

La viticoltura ad Ischia ha origini millenarie. In pratica, rappresenta la storia stessa dell’Isola. Sulla coppa di Nestore, ritrovata a Montevico nel Comune di Lacco Ameno, è incisa una frase che inneggia al buon vino locale e testimonia che gli antichi Eubei, che avevano colonizzato l’Isola, avevano introdotto la coltivazione della vite e quindi la produzione del “nettare degli Dei”. La viticoltura è stata alla base dell’economia isolana per lunghi periodi storici. Le vigne sull’Isola si estendevano dalle coste fin sugli irti pendii montani dove i piccoli terrazzamenti rocciosi venivano costruiti con rinforzi di muri a secco di pietra di tufo verde, tipica pietra locale e di origine vulcanica.

Dal 1500 il vino sfuso, soprattutto bianco, veniva esportato via mare verso la terraferma ai principali mercati italiani e stranieri.

Dal 1955 ad oggi il cambiamento dell’economia isolana è stato radicale. Lo sviluppo rapido del turismo e dell'edilizia ha indebolito e in parte cancellato il passato di una tradizione culturale che sarebbe stato opportuno proteggere e salvare.

Il nucleo principale della nostra azienda vanta oltre 250 anni di storia.

La costruzione della sede dell’azienda e l’attuale cantina risale alla fine del 1700, andando a costituire una delle prime costruzioni nella località Fango, nel piccolo Comune di Lacco Ameno. Fin da allora è sempre stata proprietà della nostra famiglia.

Tracce di un antico palmento dove lavoravano le uve i nostri nonni e bisnonni, un torchio antico, la bottaia scavata in tufo verde e le antiche travi in legno testimoniano le nostre origini.

Nella nostra famiglia la tradizione della viticoltura viene tramandata di padre in figlio da cinque generazioni.

Nel 1870 con il bisnonno Pietro, figlio di contadini, inizia una storia che prosegue tutt’oggi con La Pietra Di Tommasone.

Dopo Pietro, è stato il figlio Tommaso a portare avanti le tradizioni di famiglia. Oggi l’azienda è proprietà della quarta generazione: Antonio Monti, il figlio di Tommaso.

Nel 1980 dopo la perdita del papà Tommaso, Antonio decide di emigrare in Germania per seguire la sua grande passione: la ristorazione. È qui che conosce sua moglie Birgit, una ragazza tedesca. Dal loro matrimonio nascono due figlie, Lucia e Barbara. Nel 1987 Antonio apre il suo Ristorante a Colonia. A tutt’oggi, dopo oltre trent’anni di attività, lo segue personalmente. Gli insegnamenti del padre Tommaso e i ricordi delle sue origini, tuttavia, lo spingono, a metà anni novanta, verso una nuova avventura: la produzione di vino. 

Nel 1999 Antonio inizia a ristrutturare le vecchie cantine del padre grazie all’aiuto di tecnici specializzati friulani. La nuova cantina è la prima ad Ischia ad avere un impianto di raffreddamento che consente di controllare e regolare la temperatura ad ogni singola vasca in acciaio inox. Sempre nel 1999 vengono reimpiantate le vecchie vigne di proprietà a Lacco Ameno e nel 2005 vengono prodotte le prime 10.000 bottiglie di vino. Nel frattempo la figlia maggiore di Antonio prosegue la scuola di viticoltura ed enologia in Germania. Dopo vari stage ed esperienze lavorative in Friuli ed in Germania si trasferisce nel 2009 ad Ischia per continuare il progetto avviato dal papà. Da allora Lucia è responsabile della produzione e della commercializzazione dei vini.

© 2020 by Tommasone Vini

logo-facebook-bianco.png
logo-instagram-bianco.png

Via Provinciale Lacco Fango, 144 80076 Lacco Ameno (NA) - Tel. 081.3330330